lunedì 5 ottobre 2015


IL LUNGAMENTE ATTESO
 QUI VI ATTENDE !

(Secondo atto di un film da Oscar)


Umberto Joackim Barbera
De Benedetti - Segre - Levi
(per ascendenza materna)


Quando il lungamente atteso risolse il quadrato enigmistico di GUERNICA di Picasso, riuscì a scoprire il segreto delle immagini IR invisibili nel Calice del Graal esposto al Museo Ermitage di San Pietroburgo grazie ad un colpo di fortuna o, meglio, di un accadimento improbabile come d'altronde era previsto dalle regole del gioco per cui sarebbero stati i morti a risolvere il "gioco impossibile" (poiché negato dai vivi). 


GUERNICA é infatti un dipinto creato come un quadrato enigmistico.

Il suo vero significato si evince da una frase che i ragazzi francesi gridano giocando a "mosca cieca" sventolando un fazzoletto puzzolente sotto il naso del compagno bendato:

"GUERE IL N'Y A PAS CA -> 

si contrae in -> GUERE N'Y CA"

che significa "Proprio non c'é, trovalo !"


Vedasi la sua completa decriptazione. oppure procedere nella lettura.  


Risolvendo il CARTIGLIO centrale di GUERNICA, il segreto T sarebbe stato trovato nel luogo Y (i francesi dicono "vas y" per indicare dove andare) e siccome su GUERNICA vi é in centro al dipinto una ERMA ANTICA = ERME AGEE, la soluzione dell'enigma si trova tra due elementi dati (quindi tra ERME ed AGEE), 

Compreso ciò, inserisci le lettere Y e T tra ERME ed AGEE, e troverai che la parola risolutiva fu ERME Y T AGEE, da cui elidendo le due lettere E (la finale di ERMe e di AGEe), l'acronimo diviene ERMYTAGE .

ERMITAGE é il nome del Museo di arte antica di San Pietroburgo dove é custodita la reliquia da indagare: il CALICE DEL GRAAL ! Tutti gli abitanti di San Pietroburgo sanno che al Museo Ermitage é esposto il presunto Calice del Graal di cui però non é data di conoscere la prova della sua autenticità. Un personaggio che verrà da lontano , il "lungamente atteso", porterà la prova di autenticità ?








La scoperta del segreto invisibile custodito nel vetro del CALICE DEL GRAAL aveva bisogno di una immancabile quanto improbabile conferma, puntualmente accaduta !

Avendo io ereditato una tavola di legno del 1881, dipinta da un pittore sconosciuto (vi era una autentica a Edgar Degas senza nessuna altra riconducibilità), il lungamente atteso (che sarei io, se non lo aveste ancora capito…) portò il dipinto da un accreditato restauratore (Nicola srl ad Aramengo, vicino a Torino, in Italia)… affinchè eseguisse tutti gli esami foto-tecnici (UV, X, IR eccetera). 




Il capolavoro sconosciuto é questo dipinto ad olio su tavola di legno, precedentemente incisa con punta d'argento, quindi con una xilografia testimoniale della storia stessa del segreto custodito sotto i veli superficiale di pittura. Un'opera veramente straordinaria!  

Da una fotografia IR si scoprì sotto un velo di pittura l'immagine foto-impressa di un piccolo talismano (cm. 3x3) nascosto sotto la carrozzella (black cub).

Ad un attento esame l' immagine nascosta sotto la carrozzella risultò essere una coppa romana con delle immagini evidenti sulla sua superficie. Queste immagini hanno una correlazione con Calice del Graal, quindi si dedusse di aver risolto il gioco alla sua negata esistenza.

Questa scoperta avvenne nel 1995 e dopo diversi studi di verifica, fu pubblicizzata su Internet ottenendo un numero altissimo di accessi. La scoperta del segreto del Graal non avrebbe potuto essere nascostaI

ll lungamente atteso, fu avvicinato da un Maestro di alto grado della Massoneria e fu accompagnato a conoscere personaggi silenti a Parigi i quali vollero conoscerlo senza proferire parole. In queste occasioni accaddero fatti molto strani, quasi magici, al limite della irrealtà, ottimo spunto per un film di "reality-fiction".

Tornato nella sua natia Torino, il lungamente atteso… attese di ricevere il frutto di tanta ricerca, magari pubblicando un libro sulla decriptazione di GUERNICA, oppure un incarico prestigioso in un Museo o Fondazione d'arte. Niente di tutto questo. Ma qualcosa accadde di inaspettato….

Un giorno per caso Umberto Joackim incontrò una Signora che usciva dal portone vicino al suo, nello stesso palazzo che era stato costruito da suo nonno, Un saluto convenevole diede adito ad iniziare una conversazione sulla abilità del nonno per aver disegnato un palazzo così elegante. 


Palazzo Barbera, 1908

Non era una Signora qualunque: era la dr.ssa Guglielmina Avolio degli Abiti, vedova del Barone Alfred von Otter d'Asburgo (il fondatore dell'Istituto di cultura Italo-Svizzera di Torino, scuola privata parificata), La scuola che fu frequentata dalla seconda moglie di Umberto Joackim dalla quale, ironia della sorte, egli subì successivamente una separazione giudiziaria per aver acquistato opere d'arte inedite, con ciò disperdendo il proprio capitale familiare…).

Da cosa nasce cosa e si ritrovarono (Umberto Joackim e la Baronessa von Otter) a recarsi assieme in un negozio di piccolo antiquariato ("brocante") per vedere un oggetto d'arte che interessava ad entrambi: la scultura di un albero che sembrò ad entrambi essere dello scultore vivente Giuseppe Penone.


Da quale particolare essi pensarono ad un'opera di Penone, artista italiano docente alla Sorbona di Parigi ? Un curioso prepuzio che usciva dal tronco a venti centimetri da terra, in modo che per osservarlo ci si dovesse inchinare…:-) La cosa ancora più curiosa é che l'opera non attribuita era in vendita a mille euro, mentre se fosse stata attribuita avrebbe potuto valere circa € 200 mila


Il lungamente atteso fu tentato, ma non acquistò l'opera anche perché soffriva di mal di schiena. Tuttavia rimase colpito dalla conveniente offerta e nei giorni seguenti tornò a visitare lo stesso negozio di anticaglie e cose strane. Ed iniziò la serie di improbabili ritrovamenti di straordinari capolavori

Le occasioni degli improbabili ritrovamenti di un centinaio di opere di Cezanne, Degas, Dufy, Manet, Monet, Modigliani, Gauguin, Giacometti, Matisse, Picasso, Toulouse Lautrec, van Gogh, e poi di Mirò, Kandinsky, Chagall, Rossiné, Guillaumin, Hausmann, ed altri più recenti come Fontana, Sironi, eccetera… sono talmente fantastici nella loro straordinarietà, non più solo nel primo negozio di brocante ma, via via, anche nei mercati secondari di Borgo d'Ale, Carmagnola, fino in quelli di Nizza, e Parigi… che meritano di essere raccontati in un film di "reality-fiction".




Ma la domanda che ora si pone é questa: "Perché questi improbabili ritrovamenti guidati dai morti, desiderosi di dimostrare la loro esistenza nell'al di là, per ottemperare al giuramento fatto in vita?".

La domanda fu rivolta prima ad un esoterista Maestro del 33° grado, poi ad un Venerabile della Cupola Massonica internazionale…questa fu la risposta: "Perché il lungamente atteso deve dimostrare - come Prometeo - di conquistare una ad una le prove a cui é sottoposto, per verificare - come una prova del 9 - la soluzione da lui trovata al gioco sotteso al primo giuramento degli organizzatori viventi della "caccia al tesoro del Graal", sia perché la prova finale sia coerente con il secondo giuramento degli organizzatori defunti : si tratterà appunto di un centinaio di enigmi da risolvere uno ad uno… e non si tratterà di enigmi semplici ma di "ENIGMI DELLA SFINGE" che, come si sa, offrono due elementi indiziari e richiedono una sola risposta: se il lungamente atteso dovesse fallire una risposta, dovrebbe morire !

Nella "Realiity-Fiction" cinematografica non ci si perderà nei 100 enigmi, ma si estrapoleranno solo quelli più straordinari ed affascinanti, scegliendo tra quelli pubblicati. Vedasi:  
MA DUE VERAMENTE STRAORDINARIE !...


Rimane irrisolta l'ultima questione: "Quando finirà questa grande partita tra vivi e morti?" e quando il lungamente atteso potrà finalmente riposare godendosi i frutti della sua lunga ricerca|? Io spero che il gioco sia già finito, o perlomeno che l'ultimo atto possa essere quello di provare, mediante un film, l'esistenza della vita dopo la morte.





"Nel frattempo io vivo in attesa di realizzare un film
su questa straordinaria storia della mia vita !"


I produttori cinematografici sono invitati
a prendere contatto diretto con me:

+39 348 5116565

ubarbe22@gmail.com